La tua Accademia d'elité
 
 
 
siamosufacebook
Home ARTICOLI News! La Certificazione di Onicotecnica

 

ACCADEMIA DI ARTE ESTETICA SRL - Via Nazionale 4/F CASAZZA 24060 (BG)

Tel. 035.812274 - Fax. 035.824579 - Cell. 342.0206792 - 391.1464382

Scuola di Formazione Professionale Accreditata dalla Regione Lombardia (n. Accreditamento: 671 del 27/06/2011)

.

Informazioni telefoniche: dal lunedì al Venerdì, dalle ore 09,00-12,50 e dalle 14,00 alle 18,00

.

LEGGI LE NOSTRE NEWS NELLA SEZIONE << LE NOVITA' >>

La Certificazione di Onicotecnica

PDF Stampa E-mail
Scritto da Massimo   
Lunedì 28 Maggio 2018 15:07

LA CERTIFICAZIONE DI ONICOTECNICA

Questo ambito applicativo è piuttosto discusso e combattuto da parte di molte operatrici del settore, in special modo in questi ultimi anni.

In questa trattazione farò in modo di utilizzare il più possibile il dono dell’incisività e della sintesi, e con obiettività cercherò di chiarire, una volta per tutte, quali sono gli aspetti determinanti, e le normative di settore riconducibili a questa fattispecie lavorativa, sotto forma di domanda/risposta.

.

Cos’è la ricostruzione unghie?

E’ un trattamento estetico semipermanente idoneo ad allungare, ricostruire e/o coprire (artificialmente) le unghie naturali previo l’utilizzo di specifici “gel” e /o “prodotti acrilici”.

.

In Lombardia esiste una specifica norma a riguardo?

L’attività di Onicotecnica (gestione in proprio di un proprio Centro) è riservata a coloro che siano in possesso dei requisiti richiesti dalla Legge 1/90 (qualifica di estetista), unitamente a quanto disposto dalla Regione Lombardia, con Regolamento n. 5 del 2 marzo 2016 (BURL n. 12, suppl. del 25 Marzo 2016 ) che  disciplina l' attività di estetista in attuazione dell'art. 21 bis della legge regionale 73/89.

.

Qual è la prevalente posizione delle operatrici presenti sul territorio se prive dei requisiti indicati al punto precedente?

TUTTE le operatrici attualmente presenti sul territorio, se prive dei requisiti richiesti al punto precedente, sono da ritenersi ABUSIVE.

Tuttavia va distinta l’attività “ricostruzione estetica delle unghie” dalla “applicazione e decorazione delle unghie”. Infatti, per quanto attiene quest’ultima, la Nota del 20 novembre 1993, Prot. 19686.QV, emanata dal Ministero dell’Industria, ha ribadito che “tale attività rientri tra quelle prestazioni che vengono eseguite sulla superficie del corpo umano, al solo scopo di abbellimento”.

Secondo quanto poi espresso dalla Consulta Artigianato della Regione Lombardia, nella seduta del 14.04.2014, è stato specificato che NON sono richiesti particolari requisiti tecnici, ovvero il possesso dei requisiti richiesti dalla stessa Legge 1/90 e dunque, secondo l’attività normativa prevalente, tale attività e da annoverarsi tra le “attività libere”, ricorrendo i requisiti di cui alla Legge n. 443/1985 (legge quadro nazionale in materia di artigianato e potestà delle regioni) e Legge regionale n.73/1989 (disciplina istituzionale dell’artigianato lombardo), e dunque può essere svolta con qualifica artigiana.

Va altresì chiarito che anche la sola attività di applicazione esterna delle unghie effettuata al solo scopo dimostrativo, ad esempio all’interno di attività commerciali (rivendita di prodotti estetici), non soggiace alla volontà normativa espressa dalla Legge 1/90, fatta salva l’ipotesi che detti locali siano ritenuti idonei in base alle specifiche e previste norme igienico-sanitarie.

.

Cosa cambia essere o non essere in possesso di una Certificazione Regionale di Onicotecnica?

Operare all’interno di un Centro Estetico autorizzato, seppure in presenza di una Direttrice Tecnica (Estetista Specializzata), ma senza che l’operatrice sia in possesso di una Certificazione delle, Competenze Regionale, costituisce un illecito di legge e conseguentemente l’attività svolta deve intendersi NON A NORMA, e di concerto l’operatrice SANZIONABILE dalle Autorità Competenti (FINANZA, ASL e NAS).

Al contrario, l’acquisizione della suddetta certificazione – seppure non consente all’operatrice di poter gestire in forma autonoma un proprio Centro di Ricostruzione Unghie – è perfettamente in regola qualora intendesse lavorare c/o qualsiasi Istituto di Bellezza, SPA, Centri Fitness, Beauty-Farm, Parrucchieri, Farmacie, Centri benessere, Profumerie, ecc., particolare NON attuabile per le operatrici prive della Certificazione Regionale.

.

Qual è la sanzione prevista in caso di ispezioni da parte degli Organi preposti, nel caso in cui l’operatrice non sia munita della Certificazione Regionale?

La sanzione generalmente si aggira intorno agli €. 800,00, salvo il riscontrare anche altre irregolarità.

.

Che validità ha la Certificazione rilasciata dalla Regione Lazio?

Tale certificazione è regolamentata dal Parere della Commissione Regionale per l’artigianato (CRA) del 25/11/2008.

Tale certificazione conferisce alle titolari la possibilità di poter gestire in forma autonoma un proprio Centro Ricostruzione unghie e Nail-Art.

.

Nota: tale certificazione ha valore solo all’interno dei confini laziali o in quelle Regioni ove tale attività lavorativa è stata riconosciuta. In tal caso è necessario fare sempre rinvio alle disposizioni normative ed ai Regolamenti vigenti della Regione ove si intende dare avvio alla propria attività.

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Maggio 2018 15:11
 

Ultime notizie

I più letti

Pubblicità

nail aae 032.jpg

"ACCADEMIA DI ARTE ESTETICA S.R.L.", Via Nazionale 4/F CASAZZA (BG) Tel: 035-812274, Fax: 035-824579, e-mail: accademiadiarteesteticasrl@legalmail.it

Realizzato da Roberta De Donno - Cell: 333-3529835 sito web: www.graficworks.it. Realizzazioni grafica pubblicitaria e siti web. XHTML CSS.